Sapere come applicare adesivi in vinile sullo scafo in gelcoat di una barca è una di quei lavoretti che capita di fare specie se fate regate o avete sponsor o partner tecnici. Quando parliamo di scritte alzi la mano chi provandoci le prime volte non ha combinato qualche guaio.

Spesso gli adesivi in vinile sullo scafo sono quelli di una regata alla quale stiamo partecipando. Nella fretta dei preparativi, con la barca in acqua all’ormeggio ho visto fare le peggio cose. Tante barche arrivano alla linea di partenza che hanno già perso o strappato parte dell’adesivo. Vediamo quindi come applicare adesivi in vinile evitando la formaizione di bolle.

OSTAR - Roberto Westermann - Spinning Wheel
OSTAR 2009- Roberto Westermann – Spinning Wheel

Come applicare adesivi in vinile

Partiamo dagli adesivi in vinile in sé, visto che potreste essere voi a doverveli far fare. Le società di grafica che producono adesivi non sempre hanno chiaro cosa vuol dire planare a 20 nodi. Un getto d’acqua fortissimo cercherà di scollare i nostri loghi giorno dopo giorno. Tutto quello che vi diranno sul come applicare gli adesivi in vinile va rivisto quando parliamo di una barca a vela.

Ambrogio Beccaria
Ambrogio Beccaria

Il materiale da utilizzare e come applicare i gli adesivi in vinile

Quando vi rivolgete alla società di grafica, sempre più spesso vi proporranno l’uso di adesivi in vinile micro-forato, micro traforato o nomi simili. Vi spiegheranno quanto questi micro forellini sulla superficie renderanno l’applicazione dei loghi molto facile. In particolare evitando quelle fastidiose bollicine che diventeranno così un problema del passato. Ecco però il problema – quei micro forellini sono i vostri peggior nemici.

Dovete insistere che si tratti di vinile non traforato, vecchio stile, quello bastardo che fa le bolle. Altrimenti, il vostro lavoro sarà vanificato alla prima bolina o alla prima planata coi baffi. Planare coi baffi è quando si va talmente forte che ci si sente come Mosè che divide il Mar Rosso. Due spruzzi a prua ci fanno gioire e provare emozioni incredibili, a noi e ai nostri numeri e loghi. Questi ultimi un po’ meno contenti del getto ad alta pressione che stanno subendo. Spiegate al grafico che invece voi sapete come applicare un logo in vinile senza bolle senza bisogno di micro foratura.

Quindi – se il grafico insiste che non sarà un problema, che li applicano a furgoni lavati poi a getto, non cedete. Loghi e numeri dopo essere incollati diventano sempre più permanenti col passare del tempo. Se applicaste gli adesivi a terra e non vedeste acqua per mesi potrebbe non presentarsi il problema. Ma durante il mio giro del mondo ho visto che comunque i traforati prima o poi, anche solo in parte, per quanto tempo sia passato perdono pezzi. Quindi diciamolo, molto meglio imparare come applicare adesivi in vinile del tipo bastardo.

Lavori in barca: preparazione della superficie

Prima di ogni regata c’è un gran via vai dell’esperto di applicazione di loghi in vinile che gira con un secchio di acqua e sapone per i piatti. Chi non conosce questa tecnica non ha mai applicato un adesivo in vinile. E chi ha mai anche solo tentato di applicare un adesivo a secco sa bene che sarà un lavoro inguardabile. Va bene se è il logo di una regata di un weekend, ma credo sia anche una forma di rispetto per l’organizzazione applicare quanto ci viene dato a dovere. Non scappate, vi tocca imparare come applicare un logo in vinile che lo vogliate o no.

Come applicare adesivi in vinile: pulire accuratamente la superficie
Come applicare adesivi in vinile: pulire accuratamente la superficie

Il problema è che i moderni detersivi, per essere meno aggressivi sulle vostre mani, contengono delle cere. Queste cere impediscono alla colla di comportarsi come deve e perderete i loghi o numeri. Se proprio dovete usare un detersivo per i piatti comprate il più economico che trovate. Questo, nella speranza che sia di quelli belli corrosivi che vi spellano le mani ma fanno aderire bene la colla.

Stesso discorso vale per gli sgrassanti come il Chanteclair, che per tutti i lavori in barca è bandito. Una regola d’oro per tutti i lavori in barca! Pensate che se pulite una superficie con questo prodotto non permette la successiva adesione di una resina. Lascia uno strato di cera tale da renderlo uno scollante! L’alternativa è per fortuna molto semplice, dovete comprare dell’alcol denaturato, quello rosa, possibilmente neanche profumato.

Come applicare un adesivo in vinile non traforato

Dopo aver pulito la superficie, spruzzate una gran quantità di alcol in modo da bagnare completamente la superficie. Fatelo anche sul retro dell’adesivo, assicurandovi che non resti neanche una zona asciutta. A quel punto potrete appoggiare l’adesivo, muoverlo, raddrizzarlo e finire la posa. Prendete una carta di credito o una spatolina senza spigoli e metteteci sopra una pezzetta di stoffa. Dal centro verso l’esterno fate fuoriuscire aria ed alcol.

Come applicare adesivi in vinile: ecco il trucco
Come applicare adesivi in vinile: ecco il trucco

Dovreste sempre cercare di applicare adesivi in vinile il giorno prima, lasciando così alla colla almeno una notte di tempo. Comunque usando l’alcol al posto del detersivo il risultato è garantito. Un litro i alcol è sufficiente per un paio di loghi, ma visto il prezzo ridottissimo non è un problema. Per le scritte con lettere ritagliate non abbiate fretta a rimuovere il retro. Applicate, ripassate, controllate che sia tutto pronto e procedete con molta cautela per non portarvi via parti della scritta.

Altri articoli sul fai da te:

Barca a Vela non è solo un sito di notizie!Il meglio per la nautica scelto da chi vive il mare.
Scopri il negozio